Sempre piu’ spesso ci troviamo davanti ad intolleranze cutanee ai metalli come il nickel ma da dove viene questa sostanza? Facciamo chiarezza. il nickel e’ vietato nei prodotti cosmetici, purtroppo spesso si trova in traccia e pur di per se non facendo danni, l’ effetto accumulo dato dall’ ultilizzo di tanti prodotti potrebbe creare reazioni che non si manifestano sempre immediatamente, quindi e’ difficile trovarne la fonte. La quantita’ di nickel massima in un prodotto cosmetico e’ di 10 ppm, l’ istituto superiore della sanita’ dice che questo quantitativo e’ sicuro e non manifesta reazioni avverse nel 90% dei soggetti.

LABORATORI EFFE periodicamente esegue test per verificare la presenza di nickel nei propri prodotti, e mediamente il quantitativo e di 10 volte inferiore, questo perche’ utilizza solo macchinari specifici, in acciaio inox alimentare e lucidato, dove la cessione e’ minima se non assente. Oltre questo il reparto regolatorio dell’ azienda controlla regolarmente le schede di analisi delle materie prime in entrata prima di validarle, e se le percentuali sono troppo alte la materia prima viene resa e non utilizzata. È un passaggio in piu’, ha un costo maggiore forse, ma la qualita’ del prodotto per noi e’ essenziale.